CAMERE DELLA RESIDENZA PER ANZIANI

La Residenza per Anziani “Ospedale di Carità“ dispone di camere a due letti e di camere singole già arredate con armadi, letti, tavolini, sedie ecc., con annessi servizi igienici.
All’Ospite è data la possibilità di personalizzare la propria camera, portando con sé oggetti e suppellettili personali, nel rispetto dei diritti e delle esigenze del compagno/a di camera.
Gli oggetti di proprietà privata dovranno essere rimossi entro cinque giorni dalle dimissioni dell’Ospite. In assenza di disposizioni e trascorso tale termine, l’Ente si ritiene autorizzato, dalla sottoscrizione del Contratto, alla rimozione degli oggetti personali che verranno radunati e depositati in locali all'interno della struttura a disposizione dei parenti per il loro ritiro.
In caso di decesso si applicano le disposizioni di cui all'Articolo 45 del presente Regolamento
L’Ospite, al momento dell’assegnazione della camera, si impegna a:
1. osservare le regole di igiene dell’ambiente, nonché quelle della convivenza e della vita di relazione;
2. mantenere in buono stato la camera, gli impianti e le apparecchiature che vi si trovano installate, di adeguarsi alle richieste dei responsabili operativi della struttura e di garantirne la perfetta utilizzazione;
3. segnalare ai responsabili di settore l’eventuale cattivo funzionamento degli impianti e delle apparecchiature idrauliche ed elettriche della camera;
4. consentire al personale di servizio e a qualsiasi altra persona incaricata dall’Ente, di entrare nella camera per provvedere alle pulizie, ai controlli ed alle eventuali riparazioni.
L’Ospite è tenuto a risarcire all’Ospedale di Carità i danni arrecati per propria incuria o per trascuratezza.
È fatto divieto di ospitare nella propria camera, anche per una notte sola, persone estranee, qualunque sia il legame di parentela o di amicizia con l’Ospite; eventuali eccezioni debbono essere autorizzate dalla Direzione della struttura.
La Direzione dell’Ente ha la facoltà di trasferire l’Ospite, dopo aver informato lo stesso ed i suoi parenti/tutore/amministratore di sostegno, in una camera diversa da quella assegnata al momento dell’ingresso, qualora ciò sia richiesto dalle esigenze della vita comunitaria o dalle mutate condizioni sanitarie dell’Ospite.

RESIDENZA PER ANZIANI - OSPEDALE DI CARITA' utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento