CAMERE DELLA RESIDENZA PER ANZIANI

La Residenza per Anziani “Ospedale di Carità“ dispone di camere a due letti e di camere singole già arredate con armadi, letti, tavolini, sedie ecc., con annessi servizi igienici.
All’Ospite è data la possibilità di personalizzare la propria camera, portando con sé oggetti e suppellettili personali, nel rispetto dei diritti e delle esigenze del compagno/a di camera.
Gli oggetti di proprietà privata dovranno essere rimossi entro cinque giorni dalle dimissioni dell’Ospite. In assenza di disposizioni e trascorso tale termine, l’Ente si ritiene autorizzato, dalla sottoscrizione del Contratto, alla rimozione degli oggetti personali che verranno radunati e depositati in locali all'interno della struttura a disposizione dei parenti per il loro ritiro.
In caso di decesso si applicano le disposizioni di cui all'Articolo 45 del presente Regolamento
L’Ospite, al momento dell’assegnazione della camera, si impegna a:
1. osservare le regole di igiene dell’ambiente, nonché quelle della convivenza e della vita di relazione;
2. mantenere in buono stato la camera, gli impianti e le apparecchiature che vi si trovano installate, di adeguarsi alle richieste dei responsabili operativi della struttura e di garantirne la perfetta utilizzazione;
3. segnalare ai responsabili di settore l’eventuale cattivo funzionamento degli impianti e delle apparecchiature idrauliche ed elettriche della camera;
4. consentire al personale di servizio e a qualsiasi altra persona incaricata dall’Ente, di entrare nella camera per provvedere alle pulizie, ai controlli ed alle eventuali riparazioni.
L’Ospite è tenuto a risarcire all’Ospedale di Carità i danni arrecati per propria incuria o per trascuratezza.
È fatto divieto di ospitare nella propria camera, anche per una notte sola, persone estranee, qualunque sia il legame di parentela o di amicizia con l’Ospite; eventuali eccezioni debbono essere autorizzate dalla Direzione della struttura.
La Direzione dell’Ente ha la facoltà di trasferire l’Ospite, dopo aver informato lo stesso ed i suoi parenti/tutore/amministratore di sostegno, in una camera diversa da quella assegnata al momento dell’ingresso, qualora ciò sia richiesto dalle esigenze della vita comunitaria o dalle mutate condizioni sanitarie dell’Ospite.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.